FURIOUS SQUAD VUOLE RISPARMIARE TEMPO ALLE AGENZIE

Davy Tessier e Mickael Lellouche hanno fondato e diretto per 10 anni l’agenzia di comunicazione Disko. Ora sono a capo della giovane start-up Furious Squad, che offre una soluzione completa per la gestione delle agenzie.

Intervista

IN POCHE PAROLE, COS’È FURIOUS?

Furious è una piattaforma innovativa e su misura in grado di gestire tutte le operazioni(CRM e gestione delle vendite, reportistica, personale, progetti, spese, subappalti, ecc.) attraverso l’intelligenza artificiale. Furious ha già conquistato molte agenzie leader e in crescita.

Grazie all’intelligenza artificiale, Furious consente di anticipare e migliorare le operazioni dei nostri clienti (e non solo di monitorarle). E questo cambia tutto (interfaccia conversazionale, avvisi predittivi, gestione e previsione delle risorse umane, ecc.)

Con tutti i processi in un unico luogo, Furious sostituisce in media sette strumenti nelle sedi dei nostri clienti e consente di risparmiare il 30% del tempo su questioni di back-office e il 20% del tempo di gestione.

È lo strumento di gestione per aziende di servizi più avanzato sul mercato.

PERCHÉ AVETE CREATO FURIOUS?

All’epoca di Disko e della nostra forte crescita, ci siamo confrontati con i migliori strumenti presenti sul mercato, ma siamo giunti alla semplice conclusione che più strumenti ci sono, meno approfondimenti ci sono.

Abbiamo quindi pensato a un metodo, poi a interfacce, poi a strumenti, poi a correlazioni e infine a API per gestire la crescita e la redditività dell’agenzia nel modo più efficace.

Ma in un’agenzia è praticamente impossibile combinare la pubblicazione con i servizi. Ogni volta che un talento era disponibile, veniva rapidamente occupato da un’esigenza urgente del cliente.

Così abbiamo dovuto aspettare di vendere l’azienda e un suggerimento durante un caffè con un ex collega: “E ora che non siamo più concorrenti, vuoi aiutarmi a ristrutturare i miei strumenti interni?

È nata Furious…

COME HA VISSUTO IL PERIODO DI ISOLAMENTO?

Eccellente! Abbiamo due sedi, una a Parigi e una a Montpellier.

Abbiamo già una cultura della dematerializzazione (grazie a Furious). Per esempio, abbiamo giornate settimanali di telelavoro per tutti. Così abbiamo conosciuto i figli degli altri dietro gli schermi! In breve, da un punto di vista interno, non è cambiato molto.

D’altra parte, in termini di attività, il carico di lavoro era elevato (e non sta diminuendo!).

In effetti, molte agenzie non erano preparate a gestire le operazioni a distanza. Di conseguenza, alcune di esse si sono trovate spaesate in questo periodo (pianificazione, kpis, monitoraggio delle relazioni con i clienti, capitalizzazione, risorse umane, ecc.)

Abbiamo quindi lavorato duramente per aiutare i nostri nuovi clienti a superare questo periodo nel miglior modo possibile.

QUALI SONO LE VOSTRE ULTIME NOVITÀ?

Abbiamo avuto la fortuna di convincere molte agenzie con profili molto diversi: agenzie pubblicitarie, agenzie digitali, agenzie di PR, agenzie di sviluppo, agenzie media… E continuiamo a investire nel prodotto in modo che ogni tipo di agenzia, ESN, start-up trovi il proprio modo di lavorare con Furious.

Abbiamo rilasciato una variante di Furious che ci permette di distribuire all’interno delle agenzie integrate in grandi gruppi, ad esempio presso il pubblicitario.

PERCHÉ PENSATE DI ESSERE LO STRUMENTO MIGLIORE PER LE AGENZIE?

Abbiamo già la più ampia copertura funzionale del mercato.

Questo ci permette di sfruttare una grande quantità di dati e correlazioni.

Il nostro obiettivo è quindi chiaro: far risparmiare tempo a tutte le attività dell’agenzia e soprattutto essere predittivi.

Questo è sicuramente il nostro più grande punto di forza! Invece di tirare fuori i pannelli di controllo dopo la battaglia, Furious offre proiezioni sistematiche che permettono di prendere decisioni più velocemente.

Con Furious, è impossibile perdere denaro senza essere stati avvertiti prima di perderlo!

QUAL È IL VOSTRO OBIETTIVO PER L’INIZIO DELLA STAGIONE?

Continuiamo a investire “Furiosamente” nel prodotto.

Stiamo aggiungendo numerose API e interconnessioni per ottimizzare l’integrazione con il mondo dei nostri clienti.

Poiché investiamo enormemente – e continueremo a farlo – sull’integrazione, i tempi di implementazione del nostro strumento sono già tra i più bassi del mercato (circa 3 settimane).

Per noi questo è il fattore chiave di successo più importante. Maggiore è la velocità di integrazione, minore è il rischio di cambiare strumento e metodo interno. Non è possibile cambiare strumento senza il supporto dei team.

Investiamo molto in quest’area con i nostri clienti per garantire il passaggio.

Questa intervista è stata realizzata da CB News il 14 luglio 2020.

logo Furious

Inscrivez-vous à notre newsletter

Vous recevrez chaque mois toute l’actualité de FURIOUS